IT

Prove di futuro al Mugello per i tre giorni di test di Formula Regional e Formula 4 organizzati da Kateyama in preparazione ai Campionati 2022, in particolare il Campionato Europeo di Formula Regional e il Campionato Italiano di Formula 4. 

Ben 55 vetture si alternano in pista con un importante schieramento di team  professionisti (squadre italiane, svizzere, francesi, spagnole, inglesi, olandesi, slovene e tedesche) e piloti giovanissimi  provenienti da tutto il mondo.

“Abbiamo sempre organizzato test invernali, ma uno schieramento di ben 55 vetture è un bellissimo segnale dello stato di salute del Motorsport”, racconta Francesco Marzi, Direttore di Kateyama. “I nostri test sono rivolti alle squadra professioniste. L’obiettivo è preparare in tutta sicurezza la stagione 2022 e dare la possibilità ai più giovani (ragazzi dai 15 ai 18 anni) di provare e confrontarsi tra loro nella condizione che più si avvicina a quella delle gare”.

Dai track days organizzati da Katayama sono passati piloti del calibro di Charles Leclerc, Max Verstappen e George Russell. “Da noi sono passano tanti ragazzi. Dopo i kart, la F.4 è un passaggio obbligato. La soddisfazione più grande è proprio vedere alcuni di loro arrivare in Formula Uno”, continua Marzi, che vanta una lunghissima esperienza nel mondo delle corse. Pilota, istruttore di scuola di pilotaggio e responsabile di una scuderia che ha partecipato, per oltre un decennio, a campionati internazionali, Marzi conclude: “organizziamo giornate in pista per team da 12 anni sulle piste più belle, per questo in questi giorni siamo al Mugello. È una soddisfazione il rapporto di fiducia che si è creato con le squadre”.

A proposito di Kateyama
KATEYAMA Sagl è una società con sede a Lugano (Svizzera) specializzata nell’offerta di servizi professionali ad alto contenuto tecnico rivolti a scuderie e piloti professionisti.
I servizi proposti sono in grado di soddisfare tutte le esigenze dei team che intendano schierare, nei campionati nazionali e internazionali, vetture da competizione di categoria Formula, Gran Turismo, Turismo e Prototipi.
Kateyama si distingue come punto di riferimento a livello europeo per il fatto di concentrare le sue attività solo ed esclusivamente sulle necessità dei professionisti del mondo delle corse, operando come figura chiave nel collegamento fra scuderie e autodromi.
Kateyama garantisce una solida pianificazione delle attività di test in pista, sviluppo tecnico delle vetture e preparazione dei piloti e dell’intero staff della scuderia, in sinergia con le esigenze di squadra, il tutto nel rispetto dei regolamenti sportivi dei campionati a cui i team-clienti partecipano.
L’attività principale di Kateyama è incentrata sui PROFESSIONAL TRACK DAYS, sessioni di prove pianificate con largo anticipo e organizzate in ogni minimo dettaglio nel rispetto delle esigenze dei team, dagli aspetti più semplici quali la logistica, gli orari di accesso al paddock e ai box, fino al “track walk” per piloti e tecnici, al servizio completo di cronometraggio con diffusione delle informazioni sul circuito TV interno e streaming via Internet, alle comunicazioni in tempo reale coi responsabili dei team.

 

kateyama 

La Ferrari 488 vincitrice della 24Ore di Le Mans e del campionato del mondo GT, la nuova Ferrari Daytona SP3- l’ultima opera d’arte della Ferrari Icona Series- e tre monoposto del Cavallino Rampante hanno rappresentato le due ideali prime file della tradizionale foto di rito a conclusione delle Finali Mondiali Ferrari Challenge 2021. A seguire in parata, le splendide vetture GT, XX Programme e Club Gt, di una grande festa che ha coinvolto anche i dipendenti Ferrari e gli Scuderia Ferrari Club.

Ferrari Show. Introdotto dallo spettacolo dei bandierai di Castel San Barnaba, a simboleggiare il legame di Ferrari con il territorio, l’attesissimo show che conclude le Finali Mondiali come da tradizione ha regalato emozioni e adrenalina. Il pubblico del Mugello ha potuto ammirare le evoluzioni delle monoposto Formula 1 F60 e SF70-H, con al volante Giancarlo Fisichella, Andrea Bertolini e Olivier Beretta, e delle 488 GTE e 488 GT3 Evo 2020 protagoniste nel WEC, GT World Challenge Europe e DTM per celebrare una delle stagioni più vincenti di Ferrari nei campionati GT. Applausi a scena aperta per la parte conclusiva del programma con la nuova Ferrari Daytona SP3, scortata da due damigelle d’onore come le 330 P4 e da una 412 P.

 Un grande spettacolo in pista e fuori per le Finali Mondiali 2021, che hanno consacrato Campioni del Mondo Luka Nurmi (Formula Racing) nel Trofeo Pirelli, e Ernst Kirchmayr (Baron Motorsport) nella Coppa Shell, davanti al pubblico entusiasta degli Scuderia Ferrari Club e dei dipendenti Ferrari.

Finale Mondiale Trofeo Pirelli.  Dopo essere stato il più giovane vincitore nella storia del Ferrari Challenge, Luka Nurmi ne diventa anche il più giovane Campione del Mondo. È il verdetto che arriva dalle Finali Mondiali 2021 al Mugello, dopo una sfida palpitante con Niccolò Schirò (Rossocorsa) che ha entusiasmato il pubblico. “Quanta emozione stringere tra le mani questo trofeo”, ha dichiarato il finlandese al termine della corsa, “non ho parole per descrivere il mio stato d’animo, sono semplicemente entusiasta!”. Confronto intenso anche per il gradino più basso del podio con Cooper MacNeil (Ferrari of Westlake) abile a rintuzzare gli attacchi di Frederik Paulsen (Formula Racing).

Il titolo di campione del Mondo della classe Am va ad un altro pilota di Formula Racing, Christian Brunsborg. Il giovane danese è stato bravo a resistere al tentativo di rimonta di Enzo Potolicchio (Ferrari of Central Florida), secondo sotto la bandiera a scacchi davanti ad Ange Barde (SF Côte d'Azur Cannes - IB FAST).

Finale Mondiale Coppa Shell. Dopo la conquista della Coppa Shell nel Ferrari Challenge Europe ottenuta ieri, Ernst Kirchmayr si laurea Campione del Mondo in questa categoria al termine di un emozionante ultimo giro che ha visto il pilota austriaco resistere agli attacchi degli avversari, compattati dalla Safety Car. Il portacolori di Baron Motorsport ha preceduto di pochi decimi Todd Coleman (Ferrari of Denver) e Manny Franco (Ferrari of Lake Forest), bravo a sorprendere l’esperto Fons Scheltema (Kessel Racing) e a conquistare il terzo gradino del podio. “È un risultato grandioso”, ha commentato Kirchmayr, “ieri abbiamo vinto la Coppa Shell e oggi il titolo nelle Finali Mondiali, non riesco ancora a crederci, una doppietta incredibile”.

Campione della classe Am si laurea Peter Christensen (Formula Racing), che dopo aver conquistato la vetta, è riuscito a controllare il ritorno degli avversari nelle ultime palpitanti fasi di gara. Joakim Olander (Scuderia Autoropa) e Josef Schumacher (Eberlein Automobile) hanno accompagnato il danese sul podio.

Premiazioni. Nella serata di sabato si è svolta la cerimonia di premiazione dei vincitori della serie europea e nordamericana del Ferrari Challenge, con l’annuncio della sede delle prossime Finali Mondiali 2022, che si svolgeranno dal 26 al 31 ottobre presso l’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola. La serata di gala, in una cornice impreziosita dall’esposizione delle principali vetture che hanno fatto la storia di Ferrari, ha permesso di festeggiare gli straordinari risultati sportivi raggiunti nella stagione 2021, a partire dai titoli mondiali nel WEC e dai trionfi nella 24 Ore di Le Mans e Spa. Nel corso della serata, accanto ad Antonello Coletta, Head of Ferrari Attività Sportive GT, sono intervenuti il presidente John Elkann, il Chief Executive Officer Benedetto Vigna, il vicepresidente Piero Ferrari, il Chief Marketing and Commercial Officer Enrico Galliera, a cui è spettato il compito di introdurre sul palco l’ammiratissima nuova Daytona SP3.

Medaglie olimpiche. Presente domenica al Mugello una delegazione di atleti italiani che ha entusiasmato alle Olimpiadi di Tokyo di questa estate: Francesco Lamon e Jonathan Milan, del quartetto che ha conquistato l’oro nell’inseguimento a squadre in Giappone; Manfredi Rizza, argento con la canoa nel K1 200 metri; Mauro Nespoli, argento nel tiro con l’arco; Stefano Oppo, bronzo nel canottaggio nel doppio pesi leggeri; Antonino Pizzolato, bronzo nel sollevamento pesi (81 kg) e Abraham De Jesus Conyedo Ruano, bronzo nella lotta libera (97 kg). Ad accompagnare gli azzurri anche Carlo Mornati, Segretario Generale Coni.

Mugello, 19 novembre 2021

Michelle Gatting (Scuderia Niki - Iron Lynx), durante la prima giornata delle Finali Mondiali Ferrari, è la prima donna a conquistare il Trofeo Pirelli. La vittoria di Gara 1 va al giovane finlandese Luka Nurmi (Formula Racing), mentre nella Coppa Shell il primo a passare la bandiera a scacchi è Todd Coleman (Ferrari of Denver), pilota del Challenge North America.

Europe. La serie europea celebra al Mugello il secondo vincitore stagionale: dopo il titolo della Coppa Shell AM assegnato a Spa, è il turno di Michelle Gatting, autrice di una stagione straordinaria.  Le due vittorie e altri 7 podi, oltre alle quattro pole position conquistate e ai 3 giri veloci, confermano la grande regolarità della campionessa danese e gli permettono di iscrivere il nome nell’albo d’oro del Trofeo Pirelli. Nel giorno della Gatting, è Luka Nurmi a trionfare conquistando pole position e gara, dopo trenta minuti avvincenti che l’hanno visto difendere la prima posizione fino alla bandiera a scacchi, precedendo sul podio Niccolò Schirò (Rossocorsa), che abbandona così la rincorsa alla vetta della classifica, e Frederik Paulsen (Formula Racing).

Giochi ancora aperti nella AM, con Christian Brunsborg (Formula Racing) che si avvicina al leader Sergio Paulet (Santogal Madrid – MST Team), grazie alla doppietta pole position-vittoria di gara, e annunciando una seconda giornata di grandi emozioni. 

Grande equilibrio anche nella Coppa Shell, con Ernst Kirchmayr (Baron Motorsport) che prova l’allungo sul rivale James Weiland (Rossocorsa) con la pole position e il successo di classe davanti a Fons Scheltema (Kessel Racing) e allo stesso rivale americano. 

Strepitosa vittoria nella AM per Giuseppe Ramelli (Rossocorsa – Pellin Racing) che allunga in classifica sui rivali diretti per la conquista della seconda posizione.

North America. Mentre nel Trofeo Pirelli prosegue la marcia trionfale di Cooper Macneil (Ferrari of Westlake), che gli ha già regalato il titolo 2021, le due classi della AM portano alla ribalta Christian Potolicchio (Ferrari of Central Florida), che trasforma nel miglior modo la pole position della mattina, nella AM-1, e Brian Davis (Ferrari of Palm Beach), che allunga in classifica generale della AM-2 grazie alla vittoria ottenuta dopo una sfida avvincente con il diretto avversario della classifica generale Keysin Chen (Ferrari of Beverly Hills).

Tra i protagonisti assoluti di giornata si iscrive Todd Coleman che, con una prova molto consistente riesce, dopo aver fatto registrare il miglior tempo delle qualifiche, a mettere in fila tutti i piloti della Coppa Shell e a conquistare con autorità la vittoria assoluta. Nella AM, allunga la striscia di successi e risultati utili un brillante John Cervini (Ferrari of Ontario) che mette una seria ipoteca sulla conquista della serie, precedendo il diretto avversario in classifica, Lance Cawley (Ferrari of Atlanta), e Brett Jacobson (Ferrari of Houston).

APAC. Il circuito del Mugello ha tenuto a battesimo anche la prima prova stagionale della serie APAC, che ha visto le vittorie di Jae Sung Park (Forza Motor Korea) e di Kirk Baerwaldt (Blackbird Concessionaries), nella AM.

Programma.

La seconda giornata di gare del Ferrari Challenge riproporrà lo stesso programma, con le qualifiche di Coppa Shell alle 9.00 e del Trofeo Pirelli alle 10.25, con le gare che assegneranno gli ultimi titoli prima delle Finali Mondiali al via alle ore 12.45 (Coppa Shell) e 14.35 (Trofeo Pirelli).

 

 E’ festa Ferrari questo fine settimana all’Autodromo Internazionale del Mugello con le Finali Mondiali Ferrari, l’evento più atteso e amato dagli appassionati della Rossa che celebra la conclusione della stagione agonistica 2021 della Casa di Maranello. 

Per il Cavallino Rampante si è trattato di un anno ricco di successi, non ultimo la conquista dei Titoli Mondiali Piloti e Costruttori del FIA World Endurance Championship lo scorso 7 novembre in Bahrain.

Come ogni anno, tanti gli eventi in pista e fuori con al centro i piloti, i clienti Ferrari e le splendide vetture che hanno fatto la storia del Cavallino.

Ferrari Challenge. Sul tracciato toscano scenderanno in pista oltre 75 vetture del Cavallino Rampante per disputare gli appuntamenti conclusivi delle serie Europe e North America del Ferrari Challenge Trofeo Pirelli, nonché il primo round della serie Asia Pacific. 

Finali Mondiali. Domenica sul circuito toscano si assegneranno anche i titoli di campione del mondo del Trofeo Pirelli e della Coppa Shell, in una competizione nella quale i protagonisti dei tre campionati si daranno battaglia l’un contro l’altro. 

Attività non agonistiche. Oltre alle 488 Challenge Evo del monomarca, al Mugello daranno spettacolo anche 8 monoposto di F1 Clienti e gli oltre 40 esemplari del Programma XX. Non mancheranno ovviamente neppure le vetture del Club Competizioni GT, con oltre 24 unità in pista, tra cui nove 488 GT Modificata.

Ferrari show. La manifestazione vivrà il suo momento clou nella giornata di domenica con la tradizionale esibizione delle monoposto della Scuderia Ferrari e le 488, nelle versioni GTE e GT3 Evo 2020, guidate dai piloti ufficiali di Ferrari Competizioni GT, reduci da importanti successi nei più prestigiosi campionati a ruote coperte per una grande spettacolo all’insegna del Cavallino. 

Nell’area paddock, invece, sarà possibile ammirare durante tutta la durata dell’evento una quarantina di esemplari della storia di Ferrari nel mondiale di Formula 1 e nelle competizioni GT, comprese le vetture campioni nel FIA WEC, GT World Challenge Europe Endurance Cup powered by AWS e DTM.

Pubblico. A causa delle restrizioni dovute alla diffusione del Covid-19, l’evento si svolgerà a porte chiuse ma per sottolineare la vicinanza del Cavallino Rampante ai suoi tifosi, sugli spalti saranno presenti gli Scuderia Ferrari Club, oltre che i dipendenti della Casa di Maranello.

Copertura. L’evento verrà trasmesso in diretta streaming dal canale YouTube di Ferrari. Tutte le notizie, i video, le immagini e il live timing saranno a disposizione sul sito dedicato alle Finali Mondiali: finalimondiali.ferrari.com

In Italia, tutte le gare saranno trasmesse in diretta sul canale Sky Sport Action, incluse le due gare di domenica che assegneranno il titolo mondiale.

Programma.

Dopo le prime giornate dedicate ai test e alle prove libere, da venerdì i piloti si sfideranno per la vittoria nelle gare della Coppa Shell (alle ore 12:45) e del Trofeo Pirelli (alle 14:40), ripetendosi nella giornata di sabato con medesimi orari. Domenica, alle 10:15 la Finale Mondiale della Coppa Shell, seguita alle 11:30 da quella del Trofeo Pirelli. Lo show prenderà invece il via alle 12:30.

 

 

Michele Pirro Campione ELF CIV SBK 2021 al Mugello

 

Il pilota Ducati Barni Racing riconquista il titolo italiano con tre gare d'anticipo. Bertelle (Moto3), Caricasulo (SS600), Tiezzi (Premoto3) e Sofuoglu (SS300) gli altri vincitori di giornata.

 

Michele Pirro riconquista il titolo ELF CIV SBK. E’ bastata la prima delle due gare del Round 5 ELF CIV al Mugello al portacolori del team Ducati Barni Racing per salire nuovamente sul trono della SBK italiana e laurearsi campione di categoria per la quinta volta, portando ad otto (5 in SBK, 1 in SS600 e 2 in Stock1000) il numero di allori italiani ottenuti nella sua fantastica carriera. Un’annata straordinaria la sua, con otto vittorie e un secondo posto fin qui ottenuti. In gara Pirro ha semplicemente dominato, prendendo presto la testa della corsa e fuggendo in solitaria verso la vittoria e il titolo. Problemi tecnici invece per Lorenzo Zanetti (Broncos Racing Team), primo rivale di Pirro in campionato, tornato in pista dopo una sosta forzata ai box e 11° al traguardo. Secondo gradino del podio per Flavio Ferroni (Aprilia Nuova M2 Racing), al secondo podio in stagione, mentre Alessandro Delbianco (Honda DMR Racing) ha regolato sotto la bandiera a scacchi Lorenzo Gabellini (Honda Althea Racing Team) per la terza posizione. In campionato Pirro è matematicamente campione con 220 p., seguito da Zanetti (136 p.) e Delbianco (117 p.).

Battaglia all’ultimo centesimo in Moto3: Matteo Bertelle si conferma in grande forma, e conquista la vittoria in Gara 1. Il pilota Pata Talento Azzurro FMI del Team Minimoto su KTM è riuscito a regolare sul traguardo il suo compagno di fuga Elia Bartolini, costretto ad accontentarsi del secondo posto per soli 44 centesimi. Il portacolori del Bardahl VR46 Riders Academy su KTM resta comunque al comando della classifica generale con 153 punti, due in più di Bertelle, con Pasquale Alfano (Protech Racing Team PRT, decimo in gara) terzo a 53 punti dal leader. Podio di giornata completato da Zonta Van Den Goorbergh (D34G Racing), bravo a prevalere nel finale su Andrea Giombini (Team Minimoto), Biagio Miceli (Junior Team Total Gresini) e Alessandro Sciarretta (SGM Tecnic).

SS600 nel segno di Federico Caricasulo: una volta di più la Supersport regala spettacolo e sorpassi, con tanti piloti in lotta per le posizioni di vertice. Tra questi, menzione d’onore per Federico Caricasulo (Yamaha), che al Mugello conquista la terza vittoria consecutiva, avvicinandosi ulteriormente alla testa della classifica. Il numero 64 ha preceduto per pochi decimi Andy Verdoia (Yamaha Gomma Racing) e Davide Stirpe (MV Agusta Extreme Racing Service). Soltanto 7° il leader di campionato Roberto Mercandelli (Yamaha Team Rosso e Nero), che conserva la leadership con 134 p., contro i 122 p. di Massimo Roccoli (oggi 4° al traguardo) e i 121 p. di Stirpe.

Lotta a quattro per la vittoria in Pre Moto3: Gara 1 densa di sorprese nella entry class, a cominciare dalla caduta del poleman Leonardo Zanni, finito a terra mentre comandava la gara in solitaria. L’uscita di scena di Zanni ha innescato la lotta per la vittoria tra Cesare Tiezzi (AC Racing Team), Alex Venturini (Team Runner Bike), Guido Pini e Alberto Ferrandez Beneite, bravo a risalire nonostante lo start dalla 29° posizione. La battaglia si è conclusa con Tiezzi vincitore davanti ai due piloti Pata Talenti Azzurri FMI Venturini e Pini. E con Ferrandez Beneite quarto, penalizzato di un secondo per track limit. Tutto in una categoria dove i giovanissimi piloti indossano il logo Red Bull Road to Rookies Cup sulle tute, a testimoniare il percorso che può portare i migliori talenti al mondiale. In classifica generale il leader è Ferrandez Beneite con 128 p., seguito da Riccardo Trolese (M&M Technical Team, 10° al traguardo dopo la partenza dal fondo) a 123 p. ed Edoardo Liguori a 105 p.

In SS300 è sempre Vannucci vs Sofuoglu: il duello che ha animato finora la categoria si è ripetuto anche in gara 1 al Mugello, con il leader di campionato Matteo Vannucci (Junior Team AG Yamaha PATA) ed il suo primo inseguitore Bahattin Sofuoglu (Yamaha) capaci di salutare rapidamente il resto del gruppo, per giocarsi in solitaria la vittoria. Quest’ultima è andata al pilota turco, bravo nel più classico degli arrivi in volata a beffare l’avversario per soli 11 centesimi. Grande battaglia sulla linea del traguardo anche per il terzo posto, conquistato da Leonardo Carnevali (Box Pedercini Corse Kawasaki). In campionato Vannucci resta saldamente al comando con 186 p., contro i 135 p. di Sofuoglu, con Hugo De Cancellis a 90 p. (Prodina Team Kawasaki, nono in gara).

 Eventi - Il quinto Round ELF CIV vedrà l’esordio della Special Area Red Bull, pensata sia per il warm up sia come punto di incontro e relax per tutti i piloti del Campionato. Un allestimento prestigioso firmato Red Bull, che permetterà agli atleti di allenarsi e riscaldarsi prima della gara – grazie alla presenza delle attrezzature Fitness messe a disposizione dal partner Matrix – o di rilassarsi prima e dopo la competizione, accompagnati dalla musica della sua inconfondibile Event Car. Red Bull che vuole essere ancora più vicina ai giovani piloti della Premoto3 accompagnandoli in un progetto di crescita e selezione di nuovi talenti per un primo grande passo nel motomondiale all’interno della Red Bull Rookies Cup.

 TV – Il round cinque ELF CIV 2021 dal Mugello sarà visibile in diretta sulla pagina facebook Campionato Italiano Velocità e in live streaming sui siti Motosprint, Eleven Sport, civ.tv e su MS MotorTV. Con MS MotorTV che curerà i format di approfondimento AFTER CIV ed AFTER RACE. Le repliche delle gare saranno trasmesse su Sky Sport MotoGP HD la settimana successiva all’evento.

Nel weekend l’ELF CIV torna al Mugello Circuit. Ampia visibilità per le gare. Tra le novità, la Special Area Red Bull. 

L'ELF CIV torna in pista. A meno di un mese dal quarto Round di Misano, caratterizzato dallo spettacolo della Racing Night, l'ELF Campionato Italiano velocità farà tappa nel weekend al Mugello Circuit per il Round cinque. Un appuntamento dove ci sarà l'esordio della Special Area Red Bull, pensata sia per il warm up sia come punto di incontro e relax per tutti i piloti del Campionato.

Un allestimento prestigioso firmato Red Bull, che permetterà agli atleti di allenarsi e riscaldarsi prima della gara - grazie alla presenza delle attrezzature Fitness messe a disposizione dal partner Matrix - o di rilassarsi prima e dopo la competizione, accompagnati dalla musica della sua inconfondibile Event Car. Red Bull che vuole essere ancora più vicina ai giovani piloti della Premoto3 accompagnandoli in un progetto di crescita e selezione di nuovi talenti per un primo grande passo nel motomondiale all’interno della Red Bull Rookies Cup.

Ampia la visibilità delle tante gare del fine settimana, con dirette sulla pagina facebook Campionato Italiano Velocità e in live streaming sui siti Motosprint, Eleven Sport, civ.tv e su MS MotorTV. Tutto per un Round cinque del Campionato a porte chiuse (aperto ai soli addetti ai lavori), nel pieno rispetto delle normative governative di contrasto alla diffusione del Covid-19 nonché delle linee guida FMI (clicca qui per info). 

In SBK si ripartirà da Michele Pirro e dalla doppietta messa a segno dal pluricampione italiano a Misano, con la vittoria nella Racing Night e la straordinaria impresa della domenica, dove dopo un problema che nei primi giri lo aveva relegato in ultima posizione, l'alfiere Ducati Barni Racing è stato in grado di rimontare fino alla vittoria. Presentandosi così al Mugello forte di 195 punti in classifica generale, frutto di sette vittorie e un secondo posto. Toccherà ancora a Lorenzo Zanetti provare a fermare la cavalcata di Pirro verso il titolo. Il pilota Bronocos Ducati è distante 64 lunghezze dal rivale ma nelle ultime quattro gare è andato sempre a podio. Occhio poi ad Alessandro Delbianco. L'alfiere Honda DMR Racing, nonostante sia lontano 94 punti da Pirro, è reduce dal doppio podio di Misano ma soprattutto da una gara2 che lo ha visto andare vicinissimo alla sua prima vittoria nella SBK italiana, sfumata solo al fotofinish. Attesa poi per l'esordio in gara con la Yamaha del Team Keope Motor Team per Niccolò Canepa.

In Moto3 sarà ancora testa a testa tra Elia Bartolini e Matteo Bertelle. Il pilota Bardhal VR46 Rider Academy KTM, dopo la vittoria di gara2 a Misano, conduce in classifica generale con 133 punti e sette lunghezze di vantaggio sull'inseguitore. Bertelle (Team Minimoto KTM) è reduce dalla vittoria e dal podio del Round quattro a Misano e proverà ad insidiare ancora il leader in classifica. La battaglia tra i due si preannuncia infuocata. Dietro di loro, occhio a Pasquale Alfano (Protech Racing Team PRT KTM), distante 39 punti dalla vetta e già a podio al Mugello in questo 2021.

In SS600 Roberto Mercandelli si presenterà da leader al Mugello. Il pilota Team Rosso e Nero Yamaha conduce con 125 punti la classifica generale dopo la vittoria e il podio del round quattro a Misano. Gli avversari però non mancheranno, a cominciare dal pluricampione italiano Massimo Roccoli (Promo Driver Organization Yamaha), a podio a Misano e distante 16 punti da Mercandelli. Stesso distacco di Marco Bussolotti (Axon 7 Team Yamaha), in ombra a Misano e pronto a rifarsi sulla pista toscana. Nella lotta per le posizioni di vertice proveranno ad inserirsi anche Davide Stirpe (Extreme Racing Service MV Agusta) distante 20 punti dalla vetta e il francese Andy Verdoia, a podio a Misano e lontano 38 punti da Mercandelli.

Lotta a due in Premoto3, con il pilota Pata Talento Azzurro Riccardo Trolese (M&M Technical Team) e lo spagnolo Ferrandez Beneite (Team Runner Bike 2WheelsPoliTo) che arriveranno al Mugello distanti solo due punti, a favore del primo. Anche nell'entry class ELF CIV non mancheranno gli avversari, con Edoardo Liguori (Team Pasini Racing 2WheelsPoliTo) distante 23 punti dalla vetta. Occhio anche a Leonardo Zanni, il pilota AC Racing Team CS è infatti reduce dalla doppia vittoria di Misano ed è ora distante 31 punti dalla vetta. Tutto in una categoria dove i giovanissimi piloti indossano il logo Red Bull Road to Rookies Cup sulle tute, a testimoniare il percorso che può portare i migliori talenti al mondiale. 

In SS300 ripartirà la caccia a Matteo Vannucci. Il pilota Junior Team AG Yamaha PATA arriverà sulla pista toscana, gara di casa per lui, forte della doppietta di Misano, che ha consolidato la sua leadership in classifica, dove svetta dall'alto dei suoi 166 punti. Primo degli inseguitori è Bahattin Sofuolgu (Yamaha) a 110 punti. Al nipote di Kenan, autore di due secondi posti nel quarto round, toccherà ancora il compito di provare a fermare Vannucci. Più lontani, distanti rispettivamente 83 e 87 lunghezze dalla vetta, ci sono Hugo De Cancellis (Prodina Team Kawasaki) ed Emanuele Vocino (GradaraCorse PZ Racing Kawasaki). Da segnalare la presenza come wild card di una delle protagoniste nella Women's European Cup: Beatriz Neila Santos (Yamaha).

TV ed eventi – Il round cinque ELF CIV 2021 dal Mugello sarà visibile in diretta sulla pagina facebook Campionato Italiano Velocità e in live streaming sui siti Motosprint, Eleven Sport, civ.tv e su MS MotorTV. Con MS MotorTV che curerà i format di approfondimento AFTER CIV ed AFTER RACE. Le repliche delle gare saranno trasmesse su Sky Sport MotoGP HD la settimana successiva all’evento.

Motosprint Pole position – Anche nel 2021 le pole position ELF CIV saranno “targate” Motosprint. I poleman di ogni round ELF CIV riceveranno infatti il premio Motosprint Pole Position, con i giornalisti della rivista a premiare i piloti più veloci. Pole position che saranno quindi titolate Motosprint, con l’aggiunta di un nuovo appuntamento fisso. Subito dopo le premiazioni infatti, sulla pagina facebook del settimanale ci saranno interviste live con i poleman, condotte dagli inviati in circuito.

Riccardo Trolese, leader della Premoto3

Clicca qui per la foto in HD  

Clicca qui per le entry list


Le Finali Mondiali Ferrari, originariamente previste dal 2 all'8 novembre sul circuito del Mugello, si svolgeranno sul tracciato toscano dal 16 al 22 dello stesso mese. L'appuntamento, che celebra la chiusura della stagione agonistico-sportiva di Attività Sportive GT, è stato posticipato per garantire la presenza di tutta la famiglia Ferrari all'evento più atteso dell'anno, dopo la modifica del calendario del mondiale endurance che ha creato una sovrapposizione di date con la nuova collocazione del quinto round in Bahrain.

II programma vedrà in pista le vetture dei Ferrari Challenge Trofeo Pirelli, con l'atto finale delle serie monomarca del Cavallino Rampante e la sfida delle Finali Mondiali, gli esemplari dei Programmi XX e F1 Clienti e i più significativi modelli di GT da corsa degli ultimi trent'anni portate in pista da Club Competizioni GT.

Rivisto il calendario del Ferrari Challenge APAC 2021 - Le restrizioni agli spostamenti tra i paesi e le quarantene imposte dai singoli stati che persistono in funzione della pandemia, hanno inoltre costretto alla cancellazione dei primi due round stagionali del Ferrari Challenge APAC previsti a Yeongam dal 20 al 22 agosto e di Sepang, dal 17 al 19 settembre, oltre a quello di Singapore che si sarebbe dovuto disputare in concomitanza del GP di F1. Lo slittamento delle Finali Mondiali ha portato a un nuovo sviluppo del calendario, che prevede la prima data della stagione 2021 proprio sul tracciato toscano dal 18 al 21 novembre, prima di un "back-to-back" con tre gare previste a Abu Dhabi dal 6 all'8 gennaio e altre tre a Dubai, dal 12 al 14 gennaio

Apre domani domenica 6 giugno (alle 9.00) il secondo Hub vaccinale del Mugello presso l’AutodromoSenni-San Carlo, 15, nel Comune di Scarperia e San Piero. L’hub avrà una capacità di 360 dosi al giorno su 2 linee vaccinali, attive su tre turni dalle 8 alle 22, per 14 ore al giorno, sette giorni su sette. L’area dedicata alle vaccinazioni è stata allestita con 2 box e un terzo di emergenza, ha una zona di accoglienza e una di stazionamento post vaccinazione.

 

L’accesso all’hub vaccinale avverrà attraverso un ingresso riservato, l’ingresso “Luco”, posto accanto a quello principale (il grande casco) dell’Autodromo. Nelle immediate adiacenze dell’hub si trova un ampio parcheggio dedicato.

 

L’apertura di questo secondo Hub si colloca nell’ottica di garantire una copertura totale per la popolazione del Mugello e per offrire un’opportunità in più a tutti gli assistiti della Ausl Toscana centro. Con le 1080 dosi al giorno dell’hub di Dicomano e le somministrazioni residue di seconde dosi al Centro Polivalente a Borgo San Lorenzo, la capacità vaccinale del territorio del Mugello da domani sarà intorno alle 1500 dosi giornaliere contestualmente a un aumento della capacità di somministrazione di tutta la Toscana centro grazie ai 16 Hub già in attività nel territorio di competenzaDa inizio campagna vaccinale (11 febbraio 2021) ad oggi sono stati somministrati in tutti e 16 gli Hub della Asl un totale di 429.668 vaccini, di cui 37.751 solo nel mese di maggio.

All’apertura domani partecipano oltre al presidente della Regione Eugenio Giani e al direttore generale Asl Toscana centro, Paolo Morello Marchese, il direttore del dipartimento di Prevenzione Asl, Renzo Berti, il sindaco di Scarperia e San Piero, Federico Ignesti, il direttore SdS Mugello, Michele Mezzacappa e il presidente SdS Mugello, Filippo Carlà Campa.

 

"La Toscana non si ferma, anzi continua ad aprire nuovi hub grazie a un grande e capillare lavoro di squadra - dichiara il presidente della Regione, Eugenio Giani - Il Mugello rafforza la sua capacità vaccinale e rende, insieme ad altri territori, sempre più vicino il nostro obiettivo di arrivare, entro settembre, all'immunità di gregge dell'intera popolazione. L'attivazione di questo nuovo centro vaccinale è un esempio virtuoso della nostra migliore Toscana, quella solidale, attiva, generosa e pronta a mobilitarsi senza esitazione, quando occorre dare il massimo per la propria comunità. Se arriveranno i vaccini che abbiamo chiesto, noi siamo più che pronti per la vaccinazione di massa".

 

Ancora una volta l’impegno congiunto tra più soggetti del territorio – sostiene Paolo Morello Marchese, direttore della Ausl Toscana centro – ha messo in moto un sistema vaccinale capace di uno sforzo organizzativo enorme per raggiungere ancora più rapidamente l’obiettivo di una vaccinazione diffusa. Con questo secondo Hub, il contributo del Mugello alla campagna vaccinale di tutta la Toscana dà un ulteriore contributo e si colloca nel contesto generale dello sforzo che ha prodotto la nostra Asl per accrescere l’offerta vaccinale e accelerare le opportunità di ricevere in tempi rapidi la somministrazione”.

 

L’attivazione dell’Hub dell’Autodromo è stata possibile grazie alla collaborazione tra l’Azienda sanitaria Toscana centro, la Società della Salute del Mugello, il Comune di Scarperia e San Piero a SieveMugello Circuit e le associazioni del volontariato. Per aumentare la capacità vaccinale del territorio, preziosa è stata la sinergia tra Ausl Toscana centro e Società della Salute del Mugello.

 

Si rafforza l'apporto del Mugello alla campagna vaccinale - afferma il presidente della Società della Salute Mugello Filippo Carlà Campa - Con l'apertura dell'Hub Autodromo per 360 dosi quotidiane, che si affianca all'Hub di Dicomano con 1080 dosi al giorno, nel nostro territorio adesso si potranno vaccinare 1440 cittadini ogni giorno. Si tratta di un contributo importante del Mugello e anche in questo caso mettiamo in atto un grande sforzo e una grande sinergia tra più soggetti, Azienda sanitaria, SdS, Mugello Circuit, Comune e volontariato”.

 

Il sindaco di Scarperia e San Piero, Federico Ignesti, sottolinea la disponibilità dimostrata verso la campagna vaccinale da parte dell’Autodromo internazionale del Mugello. “Ancora una volta nei momenti di emergenza – dichiara Ignesti - la proprietà dell’Autodromo dimostra una grande sensibilità come già era successo in occasione del terremoto nel dicembre 2019. Grazie a questo spazio messo a disposizione dall’Autodromo, il Mugello contribuisce ad andare incontro a quanto sollecitato dal generale Figliuolo perché giugno sia il mese della spallata al virus. Con questo Hub ci mettiamo a disposizione per offrire un’opportunità in più non solo ai cittadini del Mugello ma alla Toscana tutta”.

 

L’Autodromo del Mugello – riferisce Paolo Poli, amministratore delegato Mugello Circuit - ha offerto i propri spazi per la creazione di un hub vaccinale nello spirito di collaborazione che da sempre caratterizza i rapporti con Regione Toscana, Ausl Toscana Centro, SdS Mugello, Comune di Scarperia e San Piero.

Così come per il terremoto del 2019, ci siamo messi a disposizione della comunità locale: in questo caso l’obiettivo è far ‘correre’ sempre più veloce la campagna vaccinale per il Covid-19”.

 

Si ricorda che ai punti vaccinali si accede con prenotazione sul portale https://prenotavaccino.sanita.toscana.it/#/home. Inoltre da ieri la prenotazione del vaccino da parte di chi è sprovvisto di computer o smartphone o di assistenza di familiari, potrà avvenire chiamando i numeri telefonici attivati dalle tre Asl toscane. Per la Toscana centro il numero è 055-545454 tasto 2. Contestualmente verrà disattivato ProntoVaccino, il numero verde messo a disposizione a partire dallo scorso 16 aprile (l’800117744).